Serie A 24a giornata, Verona-Roma – I personaggi chiave

Verona-Roma

Serie A 24a giornata, Verona-Roma – I personaggi chiave.

Domenica 22 febbraio alle ore 15, va di scena la sfida tra la sedicesima e la seconda in classifica. Verona-Roma sarà un match, ancora una volta, cruciale per le sorti del campionato. La Juventus ha già messo in cassa forte i tre punti contro l’Atalanta, la Roma deve, per forza di cose, rispondere. Venticinque i precedenti al Bentegodi di Verona tra gli scaligeri e i giallorossi, con un bilancio molto equilibrato: 7 vittorie gialloblù, 8 della Roma e 10 pareggi. L’ultimo Verona-Roma risale alla giornata numero 21 della stagione 2013/2014, finita 3 a 1 in favore dei giallorossi. Come di consueto, andiamo a vedere i personaggi chiave del match.

Luca Toni non poteva non essere la prima scelta per questa sfida. Uno dei tanti ex di turno di questo match, è in stato di grazia e, nonostante la sconfitta col Genoa per 5 a 2, i due gol veronesi sono proprio suoi. Per lui i dati anagrafici contano poco e nulla. Il meteo dice Toni e fulmini al Bentegodi.


Panagiotis Tachtsidis, ex giallorosso che nelle ultime uscite sta mostrando di essere in miglioramento. All’attivo 3 gol e 3 assist in 22 presenze stagionali. Sarà una bella prova, soprattutto fisica, a centrocampo per il giovane greco.

Nico Lopez, altro ex di questo Verona-Roma. El Conejo, con la maglia gialloblù sta trovando continuità di presenze e rendimento. 17 presenze finora per lui, 4 gol e 1 assist. A soli 21 anni e con un colosso come Toni davanti, i numeri sono ottimi.


Passiamo alla Roma, sempre più in crisi. Per uscirne fuori, non resta che affidarsi al capocannoniere Adem Ljajic. A parte gli 8 gol, sta mostrando grande continuità nelle prestazioni, da sempre il suo peggior difetto. Integrato ormai perfettamente negli schemi di Rudi Garcia, il serbo è diventato un elemento cardine della squadra giallorossa. Le sue prestazioni non sono passate in osservato: sirene inglesi sul ragazzo.

Pjanic. Sì, proprio lui. Non possiamo (e non vogliamo) credere che questo “fenomeno” non possa ritrovarsi. Probabilmente, è più un problema mentale che lo sta condizionando, serve un episodio che lo sblocchi. Magari una punizione dal limite…

Il terzo, signore e signori, non è Gervinho ma bensì il suo connazionale, Seydou Doumbia. Puntiamo su di lui e gli diamo fiducia. Vogliamo vedere il suo primo gol in giallorosso. Probabilmente avrà l’opportunità di partire titolare. Fai vedere a tutti quanto vali, Seydou!!

Verona-Roma chiuderà definitivamente i giochi per lo Scudetto o le piccole speranze che sono rimaste continueranno ad aleggiare per le vie di Trigoria per almeno un’altra settimana, quando a Roma arriverà la Juventus? La parola al campo, come sempre.

Inserisci la tua email e ricevi gratis tutte le news dell'AS Roma via email




1 Trackback & Pingback

  1. Verona-Roma probabili formazioni: Totti verso la panchina, dubbio Nainggolan - Roma Calcio

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*