La partita più importante è sempre la prossima

Partita Roma-Feyenoord

Dopo il pareggio contro il Parma e per l’impatto sul resto della stagione, la partita Roma-Feyenoord di domani sera potrebbe essere l’ultima occasione. Domani la Roma si gioca una fetta del suo futuro in un clima ed in uno stadio che il mister, da quando è qui, non ha mai visto.


Quando è arrivato i risultati lo hanno aiutato a ricompattare un gruppo allo sbando sia psicologicamente che fisicamente. Oggi invece aleggia questa paura di non riuscire più a vincere, di non riuscire negli obiettivi prefissati e di terminare la stagione al secondo posto, o peggio. In passato la Roma è stata etichettata come eterna seconda e quest’anno pensavamo di poterci finalmente scrollare di dosso questo appellativo, invece la crisi sembra aver riportato in auge i vecchi problemi.

Walter Sabatini ne è convinto: «se non si vincerà quest’anno, sarà il prossimo», ma di questo passo chissà, le settimane passano e rimangono sempre meno cose da vincere. E Garcia invece è passato da «vinceremo lo scudetto» a «pensiamo partita dopo partita» qualcosa, ovviamente, è cambiato.


L’Europa League adesso è il nostro primo obiettivo e con il Feyenoord potremo vedere se siamo competitivi in questa competizione. Una vittoria che convince tutti, nella partita di domani, potrebbe far ripartire tutto il resto. A Trigoria i giocatori sono ancora determinati a centrare gli obiettivi. Cole alla tv del Feyenoord commenta:  «Dobbiamo cambiare la nostra stagione. Sarà una partita difficile, l’Europa League è un grande trofeo e si gioca contro grandi squadre, non vediamo l’ora di andare in campo». Ma i tifosi giallorossi non condividono lo stesso entusiasmo, poiché finora sono stati venduti solo 25 mila biglietti.

Per domani, comunque, recupera Pjanic, ci dovrebbe essere De Rossi o Keita e il solito Nainggolan ed in attacco il tridente Ljajic, Totti, Gervinho. E’ ora di ricominciare a vincere.

Inserisci la tua email e ricevi gratis tutte le news dell'AS Roma via email




Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*