Juventus da campionato a parte: +14 sulla Roma di Totti e Garcia

Campionato praticamente finito al 15 marzo, la Roma deve lavorare per la prossima stagione con più umiltà

Roma

La Juventus fa un campionato a parte, la Roma è a -14 dalla vetta.

Alla siderale distanza di 14 punti, giunti appena a metà marzo, con il miglior attacco della Serie A (54 reti all’attivo), la miglior difesa in Italia (14 reti subite), 19 vittorie, 7 pareggi e una sola sconfitta, le parole di Francesco Totti, nel post partita di quel tanto discusso Juventus-Roma, risuonano in maniera assillante nelle orecchie dei tifosi giallorossi: “C’è tanta rabbia ma dobbiamo rialzare la testa dopo una partita della quale se ne parlerà tantissimo. L’ho sempre detto, loro dovrebbero fare un campionato a parte, vincono sempre con le buone o con le cattive. Noi ci alleniamo per vincere ma poi capitano queste cose”.


Parole che sembravano più che giustificate, quando ancora il divario tra Juventus e Roma era di uno, due, tre o al massimo quattro punti. Adesso, la Juventus “fa un campionato a parte” e con più di tre quarti di Scudetto già cuciti sul petto, i giallorossi hanno poco da lamentarsi e la migliore cosa sarebbe fare autocritica su sé stessi. Se la Juventus di Allegri doveva compiere un’impresa in questa stagione per vincere il quarto Scudetto consecutivo, pur non essendo la stessa Juve guidata da Antonio Conte e dimostrandosi una squadra molto più ‘normale’, è stata facilitata nel suo compito dalle prestazioni, assolutamente, non all’altezza di una Roma che, a detta di tutti, doveva invece contendere il campionato ai bianconeri e che nei momenti decisivi, ancora una volta, è caduta, rendendo l’obiettivo juventino più semplice del previsto. E sprecare una, due, tre match ball decisivi, vuol dire Juventus, ancora una volta, Regina del Campionato e Roma destinata, per almeno un’altra stagione, al titolo di eterna seconda.


Roma che adesso, deve occuparsi almeno di conservare questo titolo, visto che le inseguitrici, dietro sono agguerrite, e siccome queste inseguitrici hanno il nome di Lazio e Napoli e il secondo posto significa garanzia della Champions League anche nella prossima stagione, farsi raggiungere sarebbe un suicidio.

A pensarci bene, forse era meglio che la Juventus avesse fatto un campionato a parte. Per vincere c’è tempo, per adesso, i tifosi si accontentino del selfie di Totti.

Inserisci la tua email e ricevi gratis tutte le news dell'AS Roma via email




Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*