Gattuso: “Nel ’99 sono stato a un passo dalla Roma”

Gattuso

Intervistato da Gazzetta tv, Gennaro Ivan Gattuso, ex centrocampista del Milan e della nazionale italiana campione del mondo nel 2006, ha rilasciato interessanti dichiarazioni in merito al match di domani – che vedrà contrapposte la Roma di Garcia e il Milan di Inzaghi – rivelando anche un clamoroso retroscena di mercato risalente a 16 anni fa, quando il giocatore vestiva la maglia della Salernitana.

Queste le sue parole: “La Roma ha raggiunto il massimo la scorsa stagione con tutti gli interpreti a disposizione. Quest’anno tutti credevano di ripartire da lì, soprattutto la società, e le valutazioni dei giocatori sono state fatte con gli occhi dello standard dello scorso anno”.


Gattuso ha poi dedicato un pensiero al Capitano: “Francesco è un giocatore unico nel suo genere. Lui e Pirlo negli ultimi 20 anni sono stati la massima espressione del calcio italiano. Non pensavo che sarebbe arrivato a quasi 40 anni giocando da protagonista, nonostante tutti gli infortuni che ha avuto. Quando arrivi a fine carriera devi decidere da solo se smettere o no di giocare. È brutto se decidono gli altri, sarà importante il parere delle persone che gli vogliono bene e gli sono vicino”.


Quando gli è stato chiesto se si rivedesse almeno in parte in Nainggolan, Gattuso ha risposto: “Si, anche se lui è molto più bravo di me tecnicamente, ma vedo che ha rabbia, che ha l’occhio da tigre, può crescere ancora molto e dare tanto al suo club”.
E poi la rivelazione: “Nel ’99, quando ero a Salerno, ero già stato ceduto alla Roma. Avendo però una famiglia di milanisti per me il Milan era un sogno, si inserirono e mi presero. Ogni volta che ho incontrato Franco Sensi mi ha detto ‘Hai preferito la nebbia di Milano al sole di Roma’”.

Inserisci la tua email e ricevi gratis tutte le news dell'AS Roma via email




Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*